Sky Garden – 20 Fenchurch Street

20 Fenchurch Street è un grattacielo commerciale di Londra che prende il nome dall’omonima via lungo la quale sorge, nel centro storico del quartiere finanziario di Londra.

Lo Sky Garden, un giardino pubblico in cima al grattacielo ‘Walkie Talkie‘ (ndr soprannominato così per la sua forma caratteristica), offre una vista eccezionale su tutta la città. La struttura, su tre ‘livelli‘ (ndr dal 35esimo al 37esimo piano), permette di ‘sperimentare‘ la Capitale inglese da un punto di vista particolare.

E’ il parco pubblico più alto del Regno Unito ed è uno spazio completamente gratuito. E’ stato costruito con piante e fiori in accordo perfetto con la luce che filtra dal tetto e dai finestroni che lo circondano; tra le piante da fiore troviamo il Giglio Africano, il Red Hot Poker e il Bird of Paradise, intervallate da piante grasse e mediterranee ed erbe aromatiche, tra cui la lavanda francese ed il rosmarino.

Lo Sky Garden, oltre al panorama, offre locali esclusivi (ndr Sky Pod Bar e il City Garden Bar) e due ristoranti (ndr Darwin Brasserie e il Fenchurch Restaurant). Il dress code per entrare nei due ristoranti è d’obbligo!

L’ingresso allo Sky Garden è gratuito. L’unica cosa da fare è prenotare online la vostra visita (ndr che potete fare fino ad un’ora prima del vostro ingresso ma ricordate che è disponibile un numero limitato di accessi al giorno per cui, specialmente se desiderate andarci nel week-end, converrà muovervi con un bel po’ d’anticipo per non rischiare di rimanere fuori).

Vi basterà poi presentarvi con la stampa della prenotazione (ndr o sullo smartphone) circa 10 minuti prima dell’orario d’ingresso previsto, per passare i controlli (ndr sono in vigore le stesse regole degli aeroporti sul possesso dei liquidi).

  • L’ingresso all’edificio è gratuito.
  • Fermata Underground Monument.

… il giardino posto all’ultimo piano è qualcosa di unico sia per le piante (ndr che creano una scenografia da sogno) sia per il panorama che si gode dalle sue vetrate. Non resta che prenotare e vivere il momento.

– enjoy spectacular views across the Capital, any day of the week. Book your free ticket to visit –

– auguri al mio papà –

Alessandro Spadoni

London Eye

… curiosità… Il London Eye è la ruota panoramica più alta dell’emisfero settentrionale. Nel complesso, incluso il perno alto 23 m, la ruota ha un peso pari a più di 20 volte quello della campana del Big Ben.

E’ difficile ricordare quale fosse l’aspetto di Londra prima del 2000, quando all’estremità sud-occidentale dei Jubilee Gardens fu inaugurato il London Eye (il cui nome ufficiale è EDF Energy London Eye). Non solo questa ruota panoramica alta 135 m ha completamente modificato lo skyline della South Bank, un quartiere poco sviluppato in altezza, ma è visibile anche da altre zone della città (per esempio Kennington, Mayfair e Honor Oak Park).

Un giro – o un ‘volo‘, com’è chiamato qui – in una delle sue 32 navicelle trasparenti (che possono ospitare 28 persone l’una) è un’esperienza fatta da ben 3.5 milioni di persone all’anno. Nei periodi di punta (luglio, agosto e vacanze scolastiche) vi sembrerà che tutti, ma proprio tutti, stiano facendo la coda insieme a voi; risparmiate tempo e denaro acquistando i biglietti online. In alternativa andateci prima delle 11 o dopo le 15 per evitare il picco di massima affluenza.

La ruota completa la sua lenta rotazione in 30 minuti e, tempo permettendo, consente ai passeggeri di ammirare un panorama per 25 miglia (40 km) in ogni direzione.

  • L’ingresso all’attrazione è a pagamento: £ 30 (prezzo per adulto, nonostante sono diverse le formule di acquisto per risparmiare qualcosa); £ 24 (prezzo per bambino).
  • L’orario di visita: 10-20.30/21/21.30.
  • Fermata Underground Waterloo.

Il primo incontro con la ruota risale a circa undici anni fa (ndr 2008 – mi scuso per la scarsa qualità della foto)… In un tardo pomeriggio di agosto vidi lo scintillare delle luci in lontananza e lo scorrere frenetico della città non riuscendo però a distinguere zone e punti d’interesse! Ciò nonostante, l’Amore per Londra iniziava a crescere, proprio da questo viaggio…

Il ‘replay‘ è datato circa tre mesi fa… Tarda mattinata (ndr geniale idea – ironia ai massimi livelli – quella di prendere il bus numero 11 da Fulham Road – visto che non si arrivava mai), Big Ben in ristrutturazione, cielo che minacciava pioggia ma una conoscenza della città a dir poco sbalorditiva (ndr ‘me la canto e me la suono‘)! E’ stato piacevole tornare qui con Erika malgrado il tempo non sia stato, in questo frangente, nostro alleato.

YOU and ME

Alessandro Spadoni

Madame Tussaud’s Museum

Sarà anche kitsch e terribilmente costoso, ma il Museo delle Cere di Madame Tussaud’s è sempre un divertente diversivo. Potete scattare fotografie dei vostri personaggi preferiti cercandoli tra star (Daniel Craig, Amy Winehouse, George Clooney, i Beckham), attori di ‘Bollywood‘ (come Hrithik Roshan e Salman Khan) e reali (la Regina, Harry, Meghan, William e Kate). Se invece preferite la politica potete stringere la mano a Barack Obama. Insomma: figure di cere, affascinanti messe in scena, per dare finalmente un volto ai nomi dei grandi personaggi della storia e ritrovare quelli di mitiche star.

Ogni sala è una macchina per fare soldi, con negozi e attività di vario tipo, ma la corsa in taxi Spirit of London attraverso la storia della città è spassosa e istruttiva, la stanza degli orrori più terrificante che mai e la sala con i supereroi in 4D molto tecnologica.

Il museo ha una storia lunga e interessante. Tutto ebbe inizio quando la scultrice francese Marie Tussaud (1761-1850) iniziò a eseguire le maschere mortuarie delle vittime della Rivoluzione francese. Giunta a Londra nel 1803, espose una trentina dei suoi modelli di cera in Baker St, non lontano dall’attuale sede del museo, offrendo al pubblico l’opportunità di conoscere i volti di personaggi celebri e famigerati in un periodo in cui la fotografia non era ancora diffusa.

  • L’ingresso al museo è a pagamento: £ 27 (prezzo per adulto, nonostante sono diverse le formule di acquisto).
  • L’orario di visita: lunedì/venerdì 9.30-19; weekend 9-19.30 (ultimo ingresso un’ora e mezza prima della chiusura).
  • Fermata Underground Baker Street.

Mai stato, prima volta qualche settimana fa! 😀 Che dire? Daje Erika!!! Per evitare code, prendete il biglietto online (ndr link ad inizio articolo); acquistabile anche con la formula aggiungi una o più attrazioni (ndr ad esempio il London Eye) per risparmiare sul prezzo finale. Garantito!

– auguri mamma –

Alessandro Spadoni

Emirates Air Line

Emirates_Air_Line_Royal_DocksLa Emirates Air Line è una funivia che collega i Royal Docks a East London con North Greenwich, posta a circa 90 m di altezza sopra il Tamigi.

Emirates_Air_Line_CabinaChe una compagnia aerea sia lo sponsor ufficiale della cabinovia lo capirete praticamente subito. La corsa è chiamata flight (volo), il biglietto boarding pass (carta d’imbarco) e lo staff indossa l’uniforme degli assistenti di volo. Tutto ovviamente con il brand della Emirates che, per almeno 10 anni, manterrà il suo marchio sull’intero servizio.

Emirates_Air_Line_O2Inaugurata con un grande battage pubblicitario alla vigilia delle Olimpiadi del 2012, per tutta l’estate ha goduto di un’immensa popolarità. Da allora il numero dei passeggeri è calato notevolmente e ora la funivia è usata solo come mezzo di trasporto da chi deve spostarsi tra l’ExCel London e l’O2.

Emirates_Air_Line_TamigiLa vista che si ha dalle cabine è senza dubbio molto suggestiva, ma ben diversa se confrontata ad un giro sul London Eye. All’interno di ogni cabina c’è una mappa che vi aiuterà a localizzare alcuni dei punti di interesse visibili dall’alto (cielo terso permettendo).

Le cabine non si fermano per la discesa e la salita dei passeggeri, esattamente come funziona su una ruota panoramica.Emirates_Air_Line_Meeting L’intero percorso è di 1100 metri e il volo dura 10 minuti (5 nell’orario di punta). Ogni cabina può contenere fino a Emirates_Air_Line_Me10 passeggeri e non è consentito stare in piedi. Ovviamente vi è spazio anche per sedie a rotelle e biciclette.

Comunque, nonostante il viaggio sia breve, la vista di Canary Wharf, l’Olympic Park, Greenwich, la Thames Barrier e i grattacieli della City in lontananza è davvero magnifica.

  • Il costo è di £ 4.50/2.30 (interi/bambini sola andata), £ 9/4.60 (andata e ritorno), £ 3.50/1.70 (con la Oyster Card o la Travelcard sola andata), £ 7/3.40 (andata e ritorno).
  • L’orario di servizio: 7-21 lunedì/venerdì, a partire dalle 8 sabato, dalle 9 domenica aprile/settembre, chiude 1 h prima ottobre/maggio.
  • Fermate Underground North Greenwich e DLR Royal Victoria.

E’ stata un’esperienza coinvolgente! Ero in cabina con alcuni bambini, ma il più piccolo sembravo proprio io, emozionato da ciò che vedevo.

Alessandro Spadoni

The Monument to the Great Fire of London

The_MonumentL’alta colonna progettata nel 1677 da Sir Christopher Wren e Robert Hooke chiamata semplicemente Monument (nome ufficiale – The Monument to the Great Fire of London), commemora il Grande Incendio del 1666, episodio il cui impatto sulla storia di Londra non sarà mai enfatizzato abbastanza. Decine di migliaia di londinesi si ritrovarono infatti senza casa e gran parte della città venne distrutta (anche se il numero delle vittime fu limitato).

The_Monument_Pudding_LaneRealizzata in stile dorico in pietra di Portland, la ‘colonna di Fish St‘ (come la chiamava Hooke) ha un diametro di 4.5 m e un’altezza di 60.6 m – misura non casuale, perchè questa è la distanza che intercorre tra il monumento e il punto in cui si trovava la panetteria di Pudding Lane da dove sarebbe divampato l’incendio. La colonna è sormontata da un’urna di bronzo dorato avviluppata dalle fiamme, che per alcuni ricorda un grosso puntaspilli. Anche se per gli standard moderni può sembrare un ‘nanerottolo‘, all’epoca il Monument sovrastava la città e doveva apparire gigantesco.

The_Monument_Me_Tower_BridgePer raggiungere la terrazza panoramica bisogna salire una scala a chiocciola (tortuosa e quasi claustrofobica) di 311 gradini: la vista a 360 gradi che si apre su Londra è magnifica, sia per l’altezza sia per la posizione centrale del MonumentThe_Monument_CertificatoIl balcone sulla sommità venne chiuso da una rete protettiva nel 1842, tuttora presente, dopo un’impressionante ondata di suicidi. Una volta scesi, si può ritirare un attestato che certifica la salita.

  • Il costo è di appena £ 4 per adulti; £ 2 per bambini.
  • L’orario di visita: 9.30-17.30 da ottobre a marzo e 9.30-18 da aprile a settembre.
  • Fermata Underground Monument.

DECISAMENTE CONSIGLIATA, specie se al calar del sole! Clicca qui per vedere il mio video.

Alessandro Spadoni