Science Museum

Con sette piani di mostre interattive e didattiche, questo incantevole museo affascinerà grandi e piccini. Alcuni bambini puntano subito sullo shop al pianterreno (che vende distorsori della voce, lampade lava, boomerang, palle che rimbalzano e piccoli di alieno) e non si muovono più da lì.

Nella Energy Hall, al pianterreno, sono in mostra macchinari della Rivoluzione industriale, tra cui l’innovativa locomotiva a vapore di Stephenson (1829), oltre la quale si può vedere un missile tedesco V-2 della seconda guerra mondiale. I genitori nostalgici saranno deliziati dal modulo di comando dell’Apollo 10, esposto nella galleria Making the Modern World. Le mostre temporanee sono allestite sul Bridge.

La sezione History of Computing, al secondo piano, espone interessanti congegni, dalla macchina analitica di Charles Babbage ai mastodontici computer a valvole, come il Pegasus del 1959.

La Flight Gallery (visite guidate gratuite quasi tutti i giorni alle 13), al terzo piano, è molto amata dai bambini grazie ai suoi alianti, mongolfiere e velivoli, fra cui il Gipsy Moth, con cui Amy Johnson volò in Australia nel 1930. Non mancano affascinanti reperti legati ai tentativi di volo effettuati prima dei fratelli Wright, tra cui l’Aerial Steam Carriage di Henson del 1847. Al terzo piano si trovano anche un cinema 3D che simula il volo con le Red Arrows (la pattuglia acrobatica inglese; interi/bambini £ 6/5) e i simulatori di volo Fly 360 degree (£ 12 per capsula). La rampa di lancio situata sullo stesso piano è corredata da gadget interattivi che esplorano la fisica e le proprietà dei liquidi.

Nell’ala hi-tech Wellcome Wing c’è un cinema IMAX (interi/bambini £ 10/8) che proietta i consueti documentari di viaggio, filmati spaziali e attacchi di dinosauri in 3D.

Se i vostri figli hanno meno di cinque anni, scendete nel piano interrato, dove il Garden offre un’area giochi e un laghetto assediato da bimbi in grembiuli rossi impermeabili.

  • L’ingresso al museo è libero; l’ingresso ad alcune attrazioni è a pagamento.
  • L’orario di visita: 10-18.
  • Fermata Underground South Kensington.

Un museo all’avanguardia: interattività e simulazioni di ogni genere renderanno unica la vostra visita.

Incontrai qui uno dei miei attori preferiti – Michele Placido – con il quale scattai un selfie prima di entrare all’interno della struttura.

Ahimè, seduto su una panchina di fronte conobbi anche un tizio milanese con il quale intrapresi una lunga riflessione sulla vita! 🙂 Giornata all’insegna della cultura, della scienza, della spensieratezza nella stupenda cornice di South Kensington. Ed era iniziata in modo alquanto comico, visto che stavo seguendo la fila per entrare in un altro museo, visitato in precedenza. Maledizione!

Alessandro Spadoni

Annunci