Emirates Air Line

Emirates_Air_Line_Royal_DocksLa Emirates Air Line è una funivia che collega i Royal Docks a East London con North Greenwich, posta a circa 90 m di altezza sopra il Tamigi.

Emirates_Air_Line_CabinaChe una compagnia aerea sia lo sponsor ufficiale della cabinovia lo capirete praticamente subito. La corsa è chiamata flight (volo), il biglietto boarding pass (carta d’imbarco) e lo staff indossa l’uniforme degli assistenti di volo. Tutto ovviamente con il brand della Emirates che, per almeno 10 anni, manterrà il suo marchio sull’intero servizio.

Emirates_Air_Line_O2Inaugurata con un grande battage pubblicitario alla vigilia delle Olimpiadi del 2012, per tutta l’estate ha goduto di un’immensa popolarità. Da allora il numero dei passeggeri è calato notevolmente e ora la funivia è usata solo come mezzo di trasporto da chi deve spostarsi tra l’ExCel London e l’O2.

Emirates_Air_Line_TamigiLa vista che si ha dalle cabine è senza dubbio molto suggestiva, ma ben diversa se confrontata ad un giro sul London Eye. All’interno di ogni cabina c’è una mappa che vi aiuterà a localizzare alcuni dei punti di interesse visibili dall’alto (cielo terso permettendo).

Le cabine non si fermano per la discesa e la salita dei passeggeri, esattamente come funziona su una ruota panoramica.Emirates_Air_Line_Meeting L’intero percorso è di 1100 metri e il volo dura 10 minuti (5 nell’orario di punta). Ogni cabina può contenere fino a Emirates_Air_Line_Me10 passeggeri e non è consentito stare in piedi. Ovviamente vi è spazio anche per sedie a rotelle e biciclette.

Comunque, nonostante il viaggio sia breve, la vista di Canary Wharf, l’Olympic Park, Greenwich, la Thames Barrier e i grattacieli della City in lontananza è davvero magnifica.

  • Il costo è di £ 4.50/2.30 (interi/bambini sola andata), £ 9/4.60 (andata e ritorno), £ 3.50/1.70 (con la Oyster Card o la Travelcard sola andata), £ 7/3.40 (andata e ritorno).
  • L’orario di servizio: 7-21 lunedì/venerdì, a partire dalle 8 sabato, dalle 9 domenica aprile/settembre, chiude 1 h prima ottobre/maggio.
  • Fermate Underground North Greenwich e DLR Royal Victoria.

E’ stata un’esperienza coinvolgente! Ero in cabina con alcuni bambini, ma il più piccolo sembravo proprio io, emozionato da ciò che vedevo.

Alessandro Spadoni

‘Notting Hill’ – al di là del quartiere

Hugh_Grant_Julia_Roberts_Notting_HillNotting Hill è sempre stata una delle mie pellicole cinematografiche preferite e in più di un’occasione non ho potuto fare a meno di scovare i luoghi esatti in cui è stata girata. Sono passati quasi vent’anni, alcune cose sono cambiate, ma le location principali del film sono facilissime da ritrovare a Londra!Portobello_Road_Coffee_Roberts_Grant

La casa dal ‘portone blu‘, l’appartamento di Hugh Grant esiste realmente e si trova a Notting Hill al 280 Westbourne Park Road, sull’angolo opposto al Coffee Republic di Portobello Road.

Oggi la casa appartiene allo sceneggiatore Richard Curtis.

Notting_Hill_Gift_ShopIl negozio di libri di ‘William Thacker‘, lo squattrinato libraio interpretato da Hugh Grant, The Travel Book Co. si trovava al 142 Portobello Road, dove oggi vi è il negozio ‘Notting Hill‘.The_Notting_Hill_Bookshop

La libreria di Hugh Grant, a dire il vero, ha preso spunto dal vero The Travel Bookshop che si trova a circa 200 metri a nord, al 13 di Blenheim Cresent.

Sempre a Notting Hill, precisamente al 91 Lansdowne Road, si trova la casa di ‘Max‘ e ‘Bella‘, la coppia di amici dove viene festeggiato il compleanno della sorella del protagonista, ‘Honey‘.

Il giardino privato nel quale Julia RobertsHugh Grant entrano di notte, scavalcando il cancello, è il Rosmead Garden in Rosmead Rd, a circa 300 metri a ovest di Portobello Road. Questo giardino è privato, dunque passanti e turisti non possono accedere al suo interno.

Infine, la famosa panchina con l’incisione: ‘For June who loved this garden – from Joseph who always sat beside her‘, non si trova dentro al giardino in Rosmead Rd, nè tantomeno a Londra, ma in Australia Occidentale nei Queens Gardens di Perth!

Alessandro Spadoni

BUONE FESTE by EveryBodyInUK

Logo_EveryBodyInUk

DESIDERA AUGURARE A TUTTI I LETTORI E ALLE LORO FAMIGLIE I PIÙ SENTITI AUGURI DI BUONE FESTE!!!

La Redazione
Alessandro Spadoni/Dario Briscolini/Fabio Di Carlo

WISHES ALL ITS READERS HAPPY HOLIDAYS!!!

Editors
Alessandro Spadoni/Dario Briscolini/Fabio Di Carlo

Inside AFC Wimbledon’s house (AFC Wimbledon – Shrewsbury Town)

– una promessa fatta diventa un obbligo morale da rispettare –

Il 24 settembre feci il mio ingresso ufficiale nella tribuna stampa di uno stadio di calcio inglese, Ladies and Gentlemen: ‘Kingsmeadow‘!AFC_Wimbledon_Panoramica

Sembra ieri quando, in fretta e furia, da West Brompton mi diressi alla volta di Kingston upon Thames per assistere al match tra l’AFC Wimbledon e lo Shrewsbury Town. Durante l’avvicinamento allo stadio scambiai qualche parola con un signore di una certa età che si stava recando a vedere la partita. Si trattava di un match di quarta serie ma, vedere il pubblico affollare il bus, la strada e le tribune della piccola struttura calcistica, mi fece tornare indietro di qualche anno quando andavo a vedere la Roma in curva! Entrai all’interno del piccolo ma suggestivo impianto e dopo aver salutato Chris, l’addetto stampa dell’AFC Wimbledon, mi accomodai nel posto che mi aveva riservato. Dopo qualche istante le squadre fecero il loro ingresso in campo tra l’ovazione dei propri supporters.

Era uno spettacolo nello spettacolo…

Buttai giù qualche riga ma a farla da padrone furono foto e video. Il primo tempo si chiuse con i ‘ragazzi‘ di casa in vantaggio grazie a Taylor, AFC_Wimbledon_Reserved_Seat_F1fiore all’occhiello dei londinesi. Nonostante non facesse freddo, al break, una ‘dolcissima‘ signora ci omaggiò di pasticcini e tè caldo. La ripresa si aprì con il pareggio di Black che riuscì a sfruttare la deviazione di un difensore in maglia blu. La gara, nonostante l’espulsione a dieci dalla fine di Toney, non presentò altri sussulti se non un paio di contrasti non limpidissimi in area Shrewsbury. Il pari fu tutto sommato il risultato più giusto anche se avrei preferito la vittoria dei ‘Dons‘.

AFC_Wimbledon_AccreditoA gara conclusa, ringraziai Chris e il suo collega per la cordialità e la professionalità che mi avevano riservato.

‘See you again‘ – mi fece Chris dalla sua postazione, ‘Sure‘ – risposi io…

Mi incamminai verso lo store adiacente ma non comprai nulla. Poco dopo ero in fermata ad attendere il bus che mi avrebbe riportato a casa, anche se decisi di fare una deviazione dai miei colleghi di lavoro (ndr amici).

Passai un pomeriggio indimenticabile, come testimoniano foto e video (visionabili anche su YouTube)!

Alessandro Spadoni

… essere lo stadio

Craven_Cottage_Bishop's_Park… lì, dove la vegetazione si faceva meno fitta, potevo intravedere la tribuna del Craven riservata ai tifosi ospiti e in lontananza prendeva sempre più forma la struttura del fascinoso ‘Cottage‘ …

Craven_Cottage_The_Fulham_Football_Clube ancora…

Craven_Cottage_Home_Supporters_Only… è uno stadio caratteristico con gli esterni per nulla avveniristici ma inseriti perfettamente in un contesto fatto di case basse con mattoni a vista (così come la facciata dell’impianto) e finestre grandi e colorate con la tribuna a picco sul Tamigi …

Craven_Cottage_ThamesAlessandro Spadoni